Una breve storia della tecnologia touchscreen capacitiva


Il touch screen è una sorta di HMI (Human Machine Interface). Prima del 2007, non molte persone vi prestavano attenzione. Ma dopo il 2007, i touch panel sono utilizzati in tutti i tipi di smartphone e tablet, è diventato un nome familiare. Parliamo prima un po' della sua storia recente.

Non è un segreto che Steve Jobs abbia avuto un enorme impatto sul mondo della tecnologia, ma forse la sua eredità si farà sentire in modo più significativo nel mobile. Non importa lo smartphone, funziona come funziona ora perché nel 2007 Steve Jobs era su un palco davanti a una folla di giornalisti e ha detto: "Chi vuole uno stilo? … Che schifo!". Apple non è stata la prima azienda a considerare la tecnologia touch capacitiva, ma è stata la prima a farla funzionare davvero sui cellulari.

In effetti, Steve Jobs ha quasi perso del tutto la tecnologia touch capacitiva su iPhone e iPad. Questo perché non vedeva "alcun valore nell'idea" del multi-touch: la rivoluzionaria tecnologia touchscreen che rende possibili i clienti abituali di iOS come "pinch-to-zoom".

E spettava a Ive e ad alcuni altri dipendenti Apple di base salvarlo. Il multi-touch in Apple è iniziato con una demo di Greg Christie e Bas Ording, che hanno trascorso diversi mesi nel 2004 a creare un prototipo funzionante di uno schermo simile a un iPad, delle dimensioni di un tavolo da conferenza. Su di esso, una persona potrebbe usare due mani per spostare le cartelle, attivare le icone, ridurre e ingrandire i documenti e "scorrere" verticalmente e orizzontalmente usando gli swipe. Hanno presentato la tecnologia ai massimi dirigenti di Apple proiettandola su uno schermo video. Jobs era entusiasta all'idea di creare un tablet, ma era meno che impressionato dalla demo.

Dopo aver riflettuto sull'idea per alcuni giorni, tuttavia, Jobs è venuto in mente e l'ha passata davanti a un certo numero di dirigenti Apple delle cui opinioni si fidava. Jobs non era subito convinto di poter fare un salto di qualità con un tablet come prodotto di massa, ma come telefono poteva certamente vedere l'applicazione. Ha detto a Tony Fadell di "scoprire come aggiungere questa interfaccia multi-touch allo schermo di un telefono. Un telefono davvero fantastico, davvero piccolo e molto sottile.”

Il resto, come si suol dire, è storia.

 

Chi ha inventato il touch screen?

Nel 1965, EA Johnson presso il Royal Radar Establishment di Malvern, nel Regno Unito, è stato considerato il primo inventore del touch screen capacitivo. Ha pubblicato il suo articolo sulla tecnologia touch screen in Ergonomics nel 1967.

Nel 1971, il Dr. Samuel Hurst (fondatore di Elographics) ha sviluppato un sensore tattile brevettato dalla University of Kentucky Research Foundation. Ma il sensore tattile non era trasparente.

Nel 1971, il terminale Platone IV dell'Università dell'Illinois è stato il primo computer generalizzato con sistemi tattili a infrarossi.

Nel 1974, il primo touch screen trasparente con ITO (ossido di indio e stagno) come conduttore è stato sviluppato da Sam Hurst e Elographics.

Nel 1977, Elographics ha sviluppato la tecnologia touchscreen resistivo (RTP) che è ancora utilizzata oggi. Il 24,1994 febbraio XNUMX, la società ha ufficialmente cambiato nome da Elographics a Elo Touch Systems.

Nel 1982, il primo dispositivo multi-touchscreen è stato sviluppato presso l'Università di Toronto.

Nel 1983, Myron Krueger ha introdotto Video Place, che può tracciare mani, dita e le persone a cui appartengono.

Nel 1983, HP (Hewlett Packard) ha introdotto un HP-150 con tecnologia touch screen. È stato utilizzato un pannello a sfioramento a infrarossi. 

Nel 1984, Bob Boie di Bell Labs sviluppò il primo overlay per schermo multitouch.

Nel 1993, Apple ha rilasciato il Newton PDA dotato di riconoscimento della grafia; e IBM rilasciano il primo smartphone chiamato Simon con un touch screen che può essere utilizzato per comporre numeri di telefono.

Nel 1996, Palm ha introdotto la serie Pilot PDA con tecnologia touch screen avanzata.

Nel 1999, Wayne Westerman e John Elias di FingerWorks hanno introdotto i dispositivi touchscreen multi-gesto.

Nel 2002, Microsoft ha introdotto il tablet Windows XP con tecnologia touch.

Nel 2007, Apply ha rilasciato iPhone e ha dato il via all'era della tecnologia touch screen.

Nel 2011, Microsoft e Samsung collaborano per introdurre la superficie touch SUR40 con tecnologia PixelSense.

 

Quando sono usciti i computer touchscreen?

I touchscreen iniziarono a essere commercializzati nel 1983 quando HP (allora conosciuta come Hewlett-Packard) creò l'HP-150. Questo computer era dotato di un display CRT da 9 pollici, con rilevatori a infrarossi (IR) attorno al bordo in grado di rilevare quando il dito di un utente interagiva con lo schermo.

 

I touch screen capacitivi si consumano?

Dobbiamo classificare l'"usura" fisicamente o elettricamente. Fisicamente, è difficile logorare il touchscreen a meno che non si utilizzino tasti o diamanti per graffiare il touchscreen. La durezza superficiale dei diversi touchscreen è diversa. Alcuni touch di fascia bassa possono essere "morbidi" come 2H, ma la superficie dell'iPhone può essere dura come 9H realizzata da un pannello di vetro temperato chimicamente.

 

Cosa fa scattare il touch screen capacitivo?

Touchscreen capacitivi , o i pannelli tattili capacitivi (CTP) sono costituiti da più strati di vetro o isolante. Il materiale conduttivo dello strato interno conduce elettricità e così lo strato esterno funge da condensatore. Quando il tuo dito chiude o tocca lo schermo, il tuo corpo/dito cambia il campo elettrico di una certa quantità che varia. Il circuito di rilevamento del tocco rileverà i cambiamenti di capacità e attiverà il tocco.

 

Evoluzione del touch screen capacitivo

Sorprendentemente, negli anni '1960 il primo dispositivo touchscreen era di tipo capacitivo anziché resistivo. A quel tempo, il touchscreen era ingombrante, lento, impreciso e molto costoso. La tecnologia era mono-touch o single touch e semplice. Le tecnologie touchscreen capacitive non hanno avuto molti progressi a causa dell'enorme successo del pannello tattile resistivo. Ma le persone tendono a cercare nuovi modi di input. Il cambiamento è arrivato nel 2007 con l'introduzione dell'iPhone, l'iPhone ha introdotto una tecnologia multi-touch accurata, poco costosa.

 

Touchscreen capacitivo presente e futuro

Ora, è quasi impensabile se non abbiamo un display touch capacitivo. È diventato parte della nostra vita quotidiana, toccare, trascinare, sfogliare, ingrandire/ridurre, scorrere ecc. La tecnologia touchscreen non è utilizzata solo in tablet o smartphone. I touchscreen sono davvero ovunque. Case, automobili, ristoranti, negozi, aerei, banche nei bancomat, punti vendita, chioschi, controllo del traffico aereo ecc., ovunque, riempiono le nostre vite negli spazi pubblici e privati. Il touchscreen è cambiato da mono-touch a multi-touch con un massimo di 16 punti di tocco, a 3D touch (forza il tocco premendo verso il basso), a hover touch (senza tocco effettivo), a tocco tattile (rileva la vibrazione dopo un tocco effettivo) , ai materiali al tatto con i guanti (dal lattice al nylon alla lana di diverso spessore), al tatto bagnato (con acqua o acqua salata), con diversi materiali al tatto (da dita, matita, stilo ecc.), a materiali di superficie di diverso tipo (vetro , plastica, vetro zaffiro), a forma diversa (piatto, curvo, a sfera), a spessore diverso (spesso, sottile, nessun vetro del sensore effettivo (on-cell), nessun pannello touch effettivo (in-cell))... Il touchscreen capacitivo la tecnologia può essere vecchia ma possiamo vedere che è anche giovane. Come HMI principale (dispositivo di input/output dell'interfaccia uomo-macchina), c'è ancora molto da fare.