Analisi dei requisiti di impermeabilità del display e del touch

Per i nostri schermi, quando i clienti menzionano l'impermeabilità, è importante per noi capire quali parti specifiche richiedono che siano impermeabili.

  • Il prodotto deve essere impermeabile. Questo di solito si applica ai prodotti con touch screen, dove l'impermeabilità sul retro dello schermo del display dipende dall'involucro esterno del cliente per garantire. Le nostre considerazioni principali riguardano la sigillatura della piastra di copertura e dell'involucro del cliente, nonché la sigillatura dell'interfaccia tra il touch screen e lo schermo del display.
    • Il gruppo della copertura del touch screen sul prodotto del cliente deve essere impermeabile. Questo requisito è abbastanza comune e i clienti spesso hanno requisiti di dati specifici per la sigillatura, come la classificazione IP, che valuta la resistenza di un involucro contro l'intrusione di polvere o liquidi. In questo caso non ci resta che selezionare il biadesivo 3M appropriato per ottenere l'impermeabilizzazione desiderata.
    • È necessaria l'impermeabilità tra lo schermo del display e il touch screen. Sebbene alcuni dei nostri touch screen siano dotati di adesivo otticamente trasparente (OCA) incollato allo schermo del display, la parte del sensore rimane esposta. Pertanto, è necessario utilizzare il sigillante RTV per sigillare la periferia del collegamento tra il touch screen e il display TFT (transistor a film sottile).
  • Impermeabilizzazione per funzionalità touch screen:

In alcuni casi, i clienti potrebbero utilizzare il touch screen in ambienti in cui sono presenti gocce d'acqua. In tali situazioni, il touch screen dovrebbe essere in grado di funzionare normalmente anche in presenza di gocce d'acqua (garantendo la normale funzionalità touch con acqua presente e prevenendo tocchi accidentali dovuti alla caduta di gocce d'acqua). In questo scenario, è necessario selezionare i circuiti integrati appropriati per una migliore stabilità dell'acqua o dell'acqua salata.

  • Impermeabilizzazione per PCB:

A volte i clienti richiedono l'impermeabilizzazione dei PCB. In questi casi, la soluzione prevede in genere l'aggiunta di uno strato di rivestimento conforme (noto anche come vernice a tre prove) sul PCB. Questo rivestimento è una pellicola polimerica trasparente applicata al PCB, che mantiene la forma del circuito stampato proteggendo i componenti elettronici dai danni ambientali. Questo processo migliora e prolunga la loro usabilità.

Grado di protezione IP: IP XX

Le due cifre che seguono "IP" indicano la protezione dell'involucro del dispositivo contro corpi estranei solidi e ingresso di acqua. La prima cifra rappresenta il grado di protezione contro la polvere e l'ingresso di corpi estranei solidi, mentre la seconda cifra rappresenta il grado di protezione contro l'umidità e l'ingresso di acqua. Un numero più alto indica un livello di protezione più elevato.

Ad esempio, nella classificazione IP54, “IP” è la lettera di designazione, “5” è la prima cifra che indica la protezione contro il contatto e l’ingresso di corpi estranei solidi e “4” è la seconda cifra che indica la protezione contro l’ingresso di acqua.

1st cifra Protezione dalle intrusioni 2nd cifra Protezione dall'umidità
0 Nessuna protezione. 0 Nessuna protezione.
1 Protetto contro oggetti solidi superiori a 50 mm, ad esempio contatto accidentale con le mani. 1 Protetto contro gocce d'acqua che cadono verticalmente, ad es. condensa.
2 Protetto contro oggetti solidi superiori a 12 mm, ad esempio le dita. 2 Protetto contro spruzzi d'acqua diretti fino a 15 gradi dalla verticale.
3 Protetto da oggetti solidi superiori a 2.5 mm, ad esempio strumenti e fili. 3 Protetto contro spruzzi d'acqua diretti fino a 60 gradi dalla verticale.
4 Protetto da oggetti solidi superiori a 1 mm, ad esempio fili e chiodi. 4 Protetto contro gli spruzzi d'acqua da tutte le direzioni, ingresso limitato consentito.
5 Protetto contro l'ingresso limitato di polvere, senza depositi dannosi. 5 Protetto contro getti d'acqua a bassa pressione provenienti da tutte le direzioni, ingresso limitato consentito.
6 Totalmente protetto contro la polvere. 6 Protetto contro forti getti d'acqua, ad esempio sul ponte delle navi, è consentito un ingresso limitato.
/ / 7 Capacità di resistere all'immersione in acqua alla pressione specificata per una durata prestabilita senza consentire l'ingresso di acqua a un livello che potrebbe causare danni.
/ / 8 Nelle condizioni concordate tra il produttore e l'utente, il prodotto dovrebbe poter essere immerso nell'acqua senza raggiungere un livello dannoso di ingresso d'acqua.

 

ISO 16750 Standard

ISO 16750 è uno standard internazionale che specifica le condizioni ambientali e i test per le apparecchiature elettriche ed elettroniche nei veicoli stradali. Copre vari aspetti come carichi meccanici, vibrazioni, temperatura e umidità, tra gli altri, per garantire l'affidabilità e la durata dei componenti e dei sistemi elettronici automobilistici.

1. Scopo
Il test di impermeabilità comprende le seconde cifre caratteristiche che vanno da 1 a 8, corrispondenti ai codici del livello di protezione da IPX1 a IPX8.

2. Contenuto del test di impermeabilità per vari livelli:
(1)IPX1
Metodo di prova: prova di gocciolamento verticale
Attrezzatura di prova: dispositivo per prova di gocciolamento e relativo metodo di prova
Posizionamento del campione: il campione viene posizionato nella sua normale posizione operativa su un tavolo portacampioni rotante a 1 giro al minuto (1r/min), con la distanza dalla parte superiore del campione all'ugello gocciolante non superiore a 200 mm.
Condizioni di prova: velocità di gocciolamento di 1.0 ± 0.5 mm/min; Durata della prova: 10 minuti

 

(2)IPX2
Metodo di prova: test di gocciolamento con inclinazione di 15°
Attrezzatura di prova: dispositivo per prova di gocciolamento e relativo metodo di prova
Posizionamento del campione: inclinare il campione con un angolo di 15° rispetto alla verticale, con la distanza dalla parte superiore del campione all'ugello gocciolante non superiore a 200 mm. Dopo aver testato un lato, ruotalo su un altro lato, ripetendo questo processo quattro volte.
Condizioni di prova: velocità di gocciolamento di 3.0 ± 0.5 mm/min; Durata del test: 4 cicli di 2.5 minuti ciascuno, per un totale di 10 minuti.

 

(3)IPX3
Metodo di prova: test delle precipitazioni
UN. Test della pioggia con tubo oscillante
Attrezzatura di prova: attrezzatura per prove di pioggia con tubo oscillante
Posizionamento del campione: selezionare un raggio appropriato per il tubo oscillante in modo che l'altezza della piattaforma del campione corrisponda alla posizione del diametro del tubo oscillante. Posizionare il campione sulla piattaforma, assicurandosi che la distanza dalla parte superiore del campione all'ugello di spruzzatura dell'acqua non sia superiore a 200 mm. La piattaforma del campione non ruota.
Condizioni di prova: la portata dell'acqua viene calcolata in base al numero di fori di spruzzo d'acqua nel tubo oscillante, con ciascun foro a 0.07 L/min. Durante la pioggia, l'acqua spruzza dai fori di nebulizzazione all'interno di un segmento di arco di 60° su ciascun lato del punto medio del tubo oscillante, per un totale di 120°. Il campione da analizzare viene posto al centro del semicerchio del tubo oscillante. Il tubo oscillante oscilla di 60° su ciascun lato della linea verticale, per un totale di 120°. Ogni oscillazione (2×120°) dura circa 4 secondi.
Pressione di prova: 400 kPa; Durata del test: Pioggia continua per 10 minuti; Dopo 5 minuti di test, ruotare il campione di 90°.

B. Test della pioggia del tipo di ugello
Attrezzatura di prova: attrezzatura portatile per prove di pioggia
Posizionamento del campione: posizionare il campione in modo che la distanza parallela dalla parte superiore del campione all'ugello dello spray portatile sia compresa tra 300 mm e 500 mm.
Condizioni di prova: durante la prova è necessario installare uno schermo con contrappesi. La portata dell'acqua è fissata a 10 L/min.
Durata del test: la durata del test viene calcolata in base alla superficie dell'involucro del campione di prova, con 1 minuto per metro quadrato (esclusa l'area di montaggio) e un minimo di 5 minuti.

 

(4)IPX4
Metodo di prova: test degli spruzzi d'acqua
UN. Test di spruzzi d'acqua con tubo oscillante
Attrezzatura di test e posizionamento del campione: selezionare un raggio appropriato per il tubo oscillante in modo che l'altezza della piattaforma del campione corrisponda alla posizione del diametro del tubo oscillante. Posizionare il campione sulla piattaforma, assicurandosi che la distanza dalla parte superiore del campione all'ugello di spruzzatura dell'acqua non sia superiore a 200 mm. La piattaforma del campione non ruota.
Condizioni di prova: la portata dell'acqua viene calcolata in base al numero di fori di spruzzo d'acqua nel tubo oscillante, con ciascun foro a 0.07 L/min. L'acqua viene spruzzata dai fori di nebulizzazione all'interno di un segmento di arco di 90° su ciascun lato del punto medio del tubo oscillante, per un totale di 180°. Il campione da analizzare viene posto al centro del semicerchio del tubo oscillante. Il tubo oscillante oscilla di 180° su ciascun lato della linea verticale, per un totale di circa 360°. Ogni oscillazione (2×360°) dura circa 12 secondi.
Durata del test: uguale al test IPX3 descritto nella sezione (3) sopra (ovvero 10 minuti).

B. Test di spruzzi d'acqua del tipo di ugello

Attrezzatura di prova: attrezzatura portatile per prove di pioggia
Posizionamento del campione: rimuovere lo schermo con i pesi di bilanciamento dall'apparecchiatura. Posizionare il campione in modo che la distanza parallela dalla parte superiore del campione all'ugello dello spray portatile sia compresa tra 300 mm e 500 mm.
Condizioni di prova: durante la prova è necessario installare uno schermo con contrappesi. La portata dell'acqua è fissata a 10 L/min.
Durata del test: la durata del test viene calcolata in base alla superficie dell'involucro del campione di prova, con 1 minuto per metro quadrato (esclusa l'area di montaggio) e un minimo di 5 minuti.

 

(5)IPX4K
Nome del test: Test della pioggia con tubo oscillante pressurizzato
Attrezzatura di prova: attrezzatura per prove di pioggia con tubi oscillanti.
Posizionamento del campione: selezionare un raggio appropriato per il tubo oscillante in modo che l'altezza della piattaforma del campione corrisponda alla posizione del diametro del tubo oscillante. Posizionare il campione sulla piattaforma, assicurandosi che la distanza dalla parte superiore del campione all'ugello di spruzzatura dell'acqua non sia superiore a 200 mm. La piattaforma del campione non ruota.
Condizioni di prova: la portata dell'acqua viene calcolata in base al numero di fori di spruzzo d'acqua nel tubo oscillante, con ciascun foro a 0.6 ± 0.5 L/min. L'acqua viene spruzzata dai fori di nebulizzazione all'interno di un segmento di arco di 90° su ciascun lato del punto medio del tubo oscillante, per un totale di 180°. Il campione da analizzare viene posto al centro del semicerchio del tubo oscillante. Il tubo oscillante oscilla di 180° su ciascun lato della linea verticale, per un totale di circa 360°. Ogni oscillazione (2×360°) dura circa 12 secondi.
Pressione di prova: 400 kPa.
Durata del test: ruotare il campione di 90° dopo 5 minuti di test.
Nota: il tubo spray ha 121 fori con un diametro di 0.5 mm:
— 1 foro al centro
— 2 strati nell'area centrale (12 fori per strato, distribuiti a intervalli di 30 gradi)
— 4 cerchi nell'anello esterno (24 fori per cerchio, distribuiti a intervalli di 15 gradi)
— Rivestimento sfoderabile
Il tubo spruzzatore è realizzato in ottone (lega rame-zinco).

 

(6)IPX5
Metodo di prova: test del getto d'acqua
Attrezzatura di prova: ugello con diametro interno di 6.3 mm
Condizioni di prova: Posizionare il campione di prova a 2.5-3 metri di distanza dall'ugello, con una portata d'acqua di 12.5 L/min (750 L/h).
Durata del test: la durata del test viene calcolata in base alla superficie dell'involucro del campione di prova, con 1 minuto per metro quadrato (esclusa l'area di montaggio) e un minimo di 3 minuti.

 

(7)IPX6
Metodo di prova: potente test del getto d'acqua
Attrezzatura di prova: ugello con diametro interno di 12.5 mm
Condizioni di prova: Posizionare il campione di prova a 2.5-3 metri di distanza dall'ugello, con una portata d'acqua di 100 L/min (6000 L/h).
Durata del test: la durata del test viene calcolata in base alla superficie dell'involucro del campione di prova, con 1 minuto per metro quadrato (esclusa l'area di montaggio) e un minimo di 3 minuti. Nota: D=6.3 mm per IPX5 e IPX6K; D=12.5 mm per IPX6.

 

(8)IPX7
Metodo di prova: test di immersione
Attrezzatura di prova: vasca di immersione.
Condizioni di prova: le dimensioni del serbatoio devono consentire l'immersione del campione di prova con una distanza dal fondo del campione alla superficie dell'acqua di almeno 1 metro. La distanza dalla parte superiore del campione alla superficie dell'acqua deve essere di almeno 0.15 metri.
Durata della prova: 30 minuti.

 

(9)IPX8
Metodo di prova: test di immersione continua
Attrezzatura di prova, condizioni e durata: da concordare sia tra il fornitore che tra l'acquirente. La severità dovrebbe essere superiore a IPX7.

 

(10)IPX9K
Metodo di prova: test di getto ad alta pressione
Attrezzatura di prova: ugello con diametro interno di 12.5 mm
Condizioni di prova:

 

Angoli del getto d'acqua: 0°, 30°, 60°, 90° (4 posizioni)
Numero di fori di spruzzo d'acqua: 4
Velocità di rotazione della piattaforma campione: 5 ±1 giri al minuto (rpm)
Distanza: da 100 a 150 mm dall'ugello
Durata: 30 secondi per ogni posizione
Portata acqua: da 14 a 16 L/min
Pressione del getto d'acqua: da 8000 a 10000 kPa
Requisito di temperatura dell'acqua: 80 ± 5 ℃
Durata del test: 30 secondi per ciascuna posizione, per un totale di 120 secondi.

 

In caso di domande sui requisiti di impermeabilizzazione del display e del touch, contattare Orient Display ingegneri di supporto

Analisi e soluzioni comuni ai problemi di adesione delle immagini LCD

1. Cos'è l'immagine bloccata sul display LCD

L'Image Sticking si riferisce alla persistenza di un'immagine statica su uno schermo anche dopo che il contenuto è cambiato. Image Sticking, Image Retention, Residual Image e talvolta indicato anche come fenomeno di invecchiamento dello schermo (Burn-In), sono termini usati per descrivere l'effetto delle immagini statiche sulle successive visualizzazioni di immagini. Ciò può comportare la rapida scomparsa del contenuto statico precedente o la permanenza temporanea di immagini invecchiate.

Fig.1 Buona visualizzazione
Fig.2 Visualizzazione dell'immagine incollata

2.Le definizioni e le cause dell'immagine bloccata

Nei display TFT (Thin Film Transistor), il cristallo liquido (LC) è un materiale con proprietà polari. Un campo elettrico può provocarne la torsione corrispondente.

Nei display TFT (Thin Film Transistor), i cristalli liquidi (LC) devono essere alimentati da corrente alternata (AC). Se venisse utilizzata la corrente continua (CC), interromperebbe la polarità dei cristalli. In realtà non esiste una corrente alternata perfettamente simmetrica. Quando si guidano continuamente i pixel di un TFT, piccoli squilibri intrinseci attirano ioni liberi verso gli elettrodi interni. Questi ioni adsorbiti sugli elettrodi interni creano un effetto di guida simile a una combinazione di CC e CA.

Nella fabbricazione dei display, ci sono 3 ragioni principali che possono causare la persistenza delle immagini.

(1) Capacità di allineamento insufficiente
Il materiale PI (poliimmide) è responsabile dell'allineamento dei cristalli liquidi. I cristalli liquidi nell'area della griglia bianca ruotano, mentre quelli nell'area della griglia nera no. La rotazione dei cristalli liquidi è influenzata sia dal campo elettrico esterno che dalle forze intermolecolari. La forza di interazione tra le molecole PI (poliimmide) sulla superficie del cristallo liquido è maggiore della forza del campo elettrico esterno, quindi le molecole di cristallo liquido sulla superficie non ruotano. Più ci si avvicina allo strato intermedio, maggiore è l'effetto del campo elettrico esterno sui cristalli liquidi e l'angolo di rotazione si avvicina al valore teorico. Durante l'emissione continua del segnale, i cristalli liquidi nell'area della griglia bianca influenzano i cristalli liquidi superficiali attraverso forze intermolecolari (forza elettrostatica e forza di dispersione). Se la capacità di allineamento della pellicola PI è scarsa, l'angolo di pre-inclinazione dei cristalli liquidi superficiali cambierà mentre i cristalli liquidi ruotano. Nella Figura C, quando si passa a un'immagine in scala di grigi, poiché l'angolo di pre-inclinazione dei cristalli liquidi nell'area della griglia bianca ha deviato da quello dell'area della griglia nera, sotto la stessa tensione in scala di grigi, i cristalli liquidi nella regione in cui si è verificata una deviazione dell'angolo, è più probabile che ruoti fino all'angolo teorico, con conseguente aumento della trasmittanza e conseguente persistenza dell'immagine.

(2) Impurità del materiale a cristalli liquidi
Il pilotaggio asimmetrico della corrente alternata (CA) avviene nell'area dei pixel e la parte della tensione che devia dal centro è la polarizzazione della corrente continua (CC). La polarizzazione CC attira gli ioni impurità all'interno dello schermo, causando un accumulo di ioni e una conseguente polarizzazione CC residua. Quando si passa da uno schermo all'altro, a causa dell'effetto della polarizzazione CC residua, le molecole di cristalli liquidi influenzate dagli ioni non riescono a mantenere lo stato richiesto dal progetto, causando differenze di luminosità tra le aree con accumulo di ioni e altre regioni, portando a una persistenza indesiderata dell'immagine.

(3) Distorsione della forma d'onda guida
Applicando tensioni diverse, l'angolo di rotazione delle molecole di cristalli liquidi può essere controllato per visualizzare immagini diverse. Qui è necessario introdurre i concetti di valore γ e Vcom.
In termini semplici, il valore γ divide la transizione dal bianco al nero in 2 alla potenza di N (6 o 8) parti uguali. La tensione γ viene utilizzata per controllare la gradazione del display, solitamente divisa in G0 fino a G14. La prima tensione γ e l'ultima tensione γ rappresentano lo stesso livello di grigio, ma corrispondono rispettivamente a tensioni positive e negative.
Per prevenire la formazione di deviazioni inerziali nelle molecole di cristalli liquidi, è necessario il controllo dinamico della tensione. La tensione Vcom è la tensione di riferimento nel punto medio tra G0 e G14. Nello specifico, Vcom è solitamente posizionato tra la prima e l'ultima tensione γ. Tuttavia, in pratica, a causa delle differenze nei circuiti periferici, è necessario regolare la corrispondenza tra le tensioni Vcom e γ. Quando Vcom viene regolato sul suo valore ottimale, le tensioni dei fotogrammi positivo e negativo dei pixel sono simmetriche, risultando in una luminosità uguale sia per i fotogrammi positivi che per quelli negativi. Tuttavia, quando Vcom si discosta dal valore centrale, la differenza di tensione tra i fotogrammi positivi e negativi dei pixel non è più la stessa, portando ad un cambiamento di luminosità tra i fotogrammi positivi e negativi.
Quando la tensione Vcom è impostata in modo errato, può causare l'assorbimento di ioni carichi all'interno dei cristalli liquidi sulle estremità superiore e inferiore del vetro, formando un campo elettrico intrinseco. Dopo aver cambiato lo schermo, questi ioni potrebbero non essere rilasciati immediatamente oppure le molecole di cristalli liquidi potrebbero disordinarsi durante le transizioni di stato, impedendo alle molecole di cristalli liquidi di ruotare immediatamente fino all'angolo desiderato.

3.Test di adesione dell'immagine LCD TFT

Di seguito viene fornito un metodo di test rapido:
Temperatura ambiente; Visualizzazione di uno schema a scacchiera in bianco e nero (ogni quadrato circa 60×60 pixel); Visualizzazione statica per 30 minuti. Visualizzazione a schermo intero 128 (50%) grigio; dopo aver atteso per 10 secondi, nessuna immagine fantasma visibile viene considerata qualificata.
(Nota: questo è un test di affidabilità distruttivo, non un test di routine.)

In un TFT con bianco normale, le aree bianche ricevono la tensione di pilotaggio minima, mentre le aree nere ricevono la tensione di pilotaggio massima. Gli ioni liberi all'interno del TFT hanno maggiori probabilità di essere attratti dalle aree nere (quelle con una tensione di pilotaggio più elevata). Quando si visualizza a schermo intero il grigio 128 (50%), l'intero schermo utilizzerà la stessa tensione di pilotaggio, facendo sì che gli ioni lascino rapidamente le loro posizioni precedentemente attratte. Inoltre, quando si visualizza il grigio 128 (50%) a schermo intero, è più probabile che si notino anomalie nella visualizzazione.

4. Metodi comuni per risolvere i problemi di persistenza delle immagini

1) Screensaver: Quando il sistema è inattivo, i pixel del TFT visualizzano contenuti diversi, visualizzando uno screensaver in movimento o cambiando periodicamente contenuto, per evitare di visualizzare immagini statiche per più di 20 minuti.

2) Se l'immagine persiste già, lasciare il TFT spento per diverse ore presenta un'opportunità di ripristino; (in alcuni casi il ripristino può richiedere fino a 48 ore). Oppure creare un'immagine completamente bianca e spostarla sullo schermo per diverse ore senza accendere la retroilluminazione. Sono disponibili online molti software di riparazione delle immagini incollate che potrebbero essere utili. Una volta che si verifica l'effetto ghosting, diventa più probabile che si ripeta, quindi sono necessarie misure proattive per prevenire la ricomparsa dell'immagine fissata sui display LCD TFT.

3) La regolazione della tensione Vcom in modo che corrisponda alla tensione γ aiuta a prevenire l'effetto fantasma causato dalla tensione residua nelle molecole di cristalli liquidi.

4) Regolare i tempi di scarica per garantire un rapido rilascio della tensione residua nelle molecole di cristalli liquidi. Nella progettazione dei circuiti, le tensioni specializzate vengono generalmente utilizzate per controllare la prima e l'ultima tensione γ. Qui, VGH e VGL rappresentano rispettivamente G0 e G14. Se la scarica di VGH e VGL è lenta durante la sospensione del sistema, può anche verificarsi una tensione residua eccessiva nelle molecole di cristalli liquidi. Quando il sistema si riattiva, è possibile che si verifichi l'effetto ghosting.

5) L'adesione delle immagini sugli schermi LCD rientra in genere nella categoria dei difetti funzionali dei display LCD e richiede che i produttori di pannelli LCD effettuino delle regolazioni. In generale, i rinomati produttori di display LCD che utilizzano materiale PI per l'allineamento dell'orientamento di alta qualità e materiale a cristalli liquidi ad elevata purezza riducono la possibilità che l'immagine si attacchi.

• Innanzitutto, è importante verificare se le impostazioni attuali di VSPR/VSNR soddisfano i requisiti del vetro.
• Verificare il valore VCOM ottimale, che può essere determinato misurando il valore dello sfarfallio utilizzando CA210. Un valore di sfarfallio più piccolo indica un valore VCOM migliore.
• Eseguire nuovamente la scansione della gamma e osservare se l'effetto ghosting persiste.
• Gamma asimmetrica: in genere, ottimizzazione della gamma simmetrica, dove i valori assoluti delle tensioni positive e negative per ciascun livello di grigio sono uguali. Questo approccio si basa sul fatto che la curva VT del vetro LCD è simmetrica. Tuttavia, se la curva VT del vetro è asimmetrica, è necessaria la regolazione della gamma asimmetrica.
• Curva VT: una curva che rappresenta la relazione tra la tensione dei cristalli liquidi e la trasmittanza.
• La gamma asimmetrica si verifica generalmente in due scenari: 1) Offset generale della polarità: in questo caso, una polarità viene spostata complessivamente. Per risolvere questo stato sono necessarie modifiche a VSPR/VSNR. 2) Offset di ordine singolo o multiplo: in questo scenario, punti specifici sulla curva gamma necessitano di aggiustamenti della tensione per affrontare l'offset.

Display TFT vs Super AMOLED, che è meglio?

Grazie per lo sviluppo della tecnologia di visualizzazione, abbiamo molte scelte di visualizzazione per i nostri smartphone, lettori multimediali, TV, laptop, tablet, fotocamere digitali e altri gadget simili. La maggior parte delle tecnologie di visualizzazione che ascoltiamo sono LCD, TFT, OLED, LED, QLED, QNED, MicroLED, Mini LED ecc. Di seguito, ci concentreremo su due delle tecnologie di visualizzazione più popolari sul mercato: Display TFT e display Super AMOLED.

Display TFT

TFT significa transistor a film sottile. TFT è la variante dei display a cristalli liquidi (LCD). Esistono diversi tipi di display TFT: display TFT basato su TN (Twisted Nematic), display IPS (In-Plane Switching). Poiché il primo non può competere con Super AMOLED nella qualità del display, ci concentreremo principalmente sull'utilizzo di display IPS TFT.

Super AMOLED

OLED significa diodo organico a emissione di luce. Esistono anche diversi tipi di OLED, PMOLED (diodi emettitori di luce organici a matrice passiva) e AMOLED (diodi emettitori di luce organici a matrice attiva). È lo stesso motivo per cui PMOLED non può competere con i display IPS TFT. Scegliamo il meglio dei display OLED: Super AMOLED per competere con i migliori LCD: IPS TFT Display.

Super AMOLED contro IPS TFT

  AMOLED TFT IPS
Fonte di luce emette luce propria Richiede una retroilluminazione
Spessore Profilo molto sottile Più spesso a causa della retroilluminazione
Confrontare Più alto a causa dello sfondo scuro Più basso a causa della retroilluminazione
Angoli di visualizzazione Tutto intorno Ha cambiamenti di colore ad angoli di visione estremi
Colori Colori brillanti e vivaci disponibili Non è lo stesso bene rispetto ad AMOLED
Colore super scuro Sfondo scuro facilmente disponibile Difficile perché la perdita di retroilluminazione
Colore super bianco Difficile da ottenere perché il mix di colori è difficile e può sembrare giallastro Facilmente disponibile utilizzando la retroilluminazione a LED bianca
Leggibile alla luce del sole Ha bisogno di guidare duro e difficile Facilmente e a basso costo da ottenere utilizzando la retroilluminazione ad alta luminosità, display transflettivi, incollaggio ottico e trattamento superficiale
Consumo di energia Inferiore grazie all'area di visualizzazione selettiva e alla migliore durata della batteria Più alto a causa della retroilluminazione attiva
Tempo di vita Più corto, particolarmente colpito dalla presenza di acqua Più a lungo
Costo Molto alto Prezzi molto competitivi
Disponibilità Dimensioni e produttori limitati Ampiamente disponibile in diverse dimensioni e molti produttori tra cui scegliere

In caso di domande sui display Orienta Display e sui pannelli a sfioramento. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Qual è la differenza tra display LED e LCD?

Anche se ci sono grandi differenze tra display LCD e LED, c'è molta confusione nel mercato che non dovrebbe accadere. Parte della confusione viene dai produttori. Faremo chiarezza come di seguito.

Display LCD vs display a LED

LCD sta per "schermo a cristalli liquidi”. L'LCD non può emettere luce da solo; deve usare una retroilluminazione. Ai vecchi tempi, i produttori usavano CCFL (lampade fluorescenti a catodo freddo) come retroilluminazione, che è ingombrante e non rispettosa dell'ambiente. Quindi, con lo sviluppo della tecnologia LED (diodo a emissione di luce), sempre più retroilluminazione utilizzano i LED. I produttori li chiamano monitor a LED o TV, il che fa pensare ai consumatori che stanno acquistando display a LED. Ma tecnicamente, sia i TV LED che LCD sono display a cristalli liquidi. La tecnologia di base è la stessa in quanto entrambi i tipi di televisore hanno due strati di vetro polarizzato attraverso i quali i cristalli liquidi bloccano e passano la luce. Quindi, in realtà, i televisori a LED sono un sottoinsieme dei televisori LCD.

Display a punti quantici

TV a punti quantici sono ampiamente discussi anche negli ultimi anni. È fondamentalmente un nuovo tipo di TV LCD retroilluminata a LED. L'immagine viene creata proprio come è su un Schermo LCD, ma tecnologia quantum-dot esalta il colore.

Per i normali display LCD, quando accendi il display, tutti i LED si accendono anche per l'area indesiderata (ad esempio, alcune aree richiedono il nero). Qualunque sia la perfezione del display LCD, c'è ancora una piccola percentuale di luce trasmessa attraverso il display LCD che rende difficile rendere lo sfondo super nero. Il contrasto diminuisce.
La TV Quantum-dot può avere set di punti quantici retroilluminati full-array con tecnologia local-dimming (buona per l'uniformità dell'immagine e neri più profondi). Possono essere presenti set di punti quantici illuminati dai bordi senza oscuramento locale (più sottile, ma potresti vedere bande chiare e neri più grigi).

Le particelle di punti quantici fotoemissive vengono utilizzate nei filtri RGB, sostituendo i tradizionali fotoresist colorati con uno strato QD. I punti quantici sono eccitati dalla luce blu dal pannello del display per emettere colori di base puri, che riducono le perdite di luce e la diafonia cromatica nei filtri RGB, migliorando la luminosità del display e la gamma di colori. Sebbene questa tecnologia sia utilizzata principalmente negli LCD retroilluminati a LED, è applicabile ad altre tecnologie di visualizzazione che utilizzano filtri colorati, come AMOLED blu/UV (diodi a emissione di luce organica a matrice attiva)/QNED (diodi a nanoemissione quantistica)/Micro LED pannelli di visualizzazione. Gli LCD retroilluminati a LED sono la principale applicazione dei punti quantici, dove vengono utilizzati per offrire un'alternativa ai display OLED molto costosi.

Micro LED e Mini LED

Micro LED è un vero display a LED senza nascondersi sul retro del Display LCD come retroilluminazione. È una tecnologia emergente di display a schermo piatto. I display a micro LED sono costituiti da array di LED microscopici che formano i singoli elementi pixel. Rispetto alla diffusa tecnologia LCD, i display micro-LED offrono un contrasto, tempi di risposta ed efficienza energetica migliori.

I micro LED possono essere utilizzati su piccoli dispositivi a basso consumo energetico come occhiali AR, visori VR, smartwatch e smartphone. Micro LED offre requisiti energetici notevolmente ridotti rispetto ai sistemi LCD convenzionali mentre ha un rapporto di contrasto molto elevato. La natura inorganica dei micro-LED conferisce loro una lunga durata di oltre 100,000 ore.

A partire dal 2020, i display micro LED non sono stati prodotti in serie, sebbene Sony, Samsung e Konka vendano pareti video microLED e Luumii mass produca illuminazione microLED. LG, Tianma, PlayNitride, TCL/CSoT, Jasper Display, Jade Bird Display, Plessey Semiconductors Ltd e Ostendo Technologies, Inc. hanno dimostrato i prototipi. Sony e Freedeo vendono già display microLED in sostituzione degli schermi cinematografici convenzionali. BOE, Epistar e Leyard hanno in programma la produzione di massa di microLED. I MicroLED possono essere resi flessibili e trasparenti, proprio come gli OLED.
Ci sono alcune confusioni tra i mini-LED utilizzati nella retroilluminazione LCD come display a punti quantici. Per la nostra comprensione, mini-LED è solo una dimensione più grande di micro LED che può essere utilizzata per schermi cinematografici di dimensioni maggiori, pareti pubblicitarie, home cinema di fascia alta ecc. Quando si parla di Mini-LED e Micro-LED, una caratteristica molto comune per distinguere i due è la dimensione del LED. Sia Mini-LED che Micro-LED sono basati su LED inorganici. Come indicano i nomi, i Mini-LED sono considerati LED nella gamma millimetrica mentre i Micro-LED sono nella gamma micrometrica. Tuttavia, in realtà, la distinzione non è così rigida e la definizione può variare da persona a persona. Ma è comunemente accettato che i micro-LED abbiano dimensioni inferiori a 100 µm e persino inferiori a 50 µm, mentre i mini-LED sono molto più grandi.

Quando viene applicato nel settore dei display, le dimensioni sono solo uno dei fattori di cui si parla Display Mini-LED e Micro-LED. Un'altra caratteristica è lo spessore e il substrato del LED. I mini-LED di solito hanno un grande spessore di oltre 100 µm, in gran parte dovuto all'esistenza di substrati LED. Mentre i Micro-LED di solito hanno meno substrato e quindi i LED finiti sono estremamente sottili.
Una terza caratteristica che viene utilizzata per distinguere i due sono le tecniche di trasferimento di massa utilizzate per gestire i LED. I mini-LED di solito adottano tecniche convenzionali di prelievo e posizionamento, inclusa la tecnologia di montaggio superficiale. Ogni volta il numero di LED trasferibili è limitato. Per i Micro-LED, di solito è necessario trasferire milioni di LED quando viene utilizzato un substrato target eterogeneo, quindi il numero di LED da trasferire alla volta è significativamente maggiore e quindi dovrebbe essere considerata una tecnica di trasferimento di massa dirompente.

È emozionante vedere tutti i tipi di tecnologie di visualizzazione che rendono il nostro mondo colorato. Crediamo fermamente che i display LCD e/o LED rivestiranno ruoli molto importanti nel futuro metaverso.
In caso di domande sui display Orienta Display e sui pannelli a sfioramento. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Differenza tra pannello touch resistivo e capacitivo

Touchscreen capacitivo

Progettato touch screen capacitivo contiene elettrodi X e Y con uno strato isolante tra di loro. Gli elettrodi trasparenti sono normalmente realizzati a rombi con ITO e con ponte metallico.

Il corpo umano è conduttivo perché contiene acqua. La tecnologia capacitiva proiettata utilizza la conduttività del corpo umano. Quando un dito nudo tocca il sensore con il pattern degli elettrodi X e Y, si verifica un accoppiamento di capacità tra il dito umano e gli elettrodi che modifica la capacità elettrostatica tra gli elettrodi X e Y. Il controller touchscreen rileva la variazione del campo elettrostatico e la posizione.

Touchscreen resistivo

A touch screen resistivo è costituito da un substrato di vetro come strato inferiore e un substrato di film (normalmente, policarbonato trasparente o PET) come strato superiore, ciascuno rivestito con uno strato conduttivo trasparente (ITO: Indium Tin Oxide), separati da punti distanziatori per rendere un piccolo traferro. I due strati di materiale conduttore (ITO) si fronteggiano. Quando un utente tocca la parte dello schermo con un dito o uno stilo, i sottili strati conduttivi ITO entrano in contatto. Cambia la resistenza. Il controller RTP rileva il cambiamento e calcola la posizione del tocco. Il punto di contatto viene rilevato da questa variazione di tensione.

Qual è il miglior touchscreen capacitivo o resistivo?

  Touchscreen resistivo Touchscreen capacitivo
Processo di fabbricazione Un'espansione Più complicato
Costo Abbassare Superiore: a seconda delle dimensioni, del numero di tocchi
Tipo di controllo touch screen Richiede pressione sul touchscreen. Può percepire la vicinanza del dito.
Consumo di energia Abbassare Maggiore
toccare con guanti spessi Sempre buono più costoso, necessita di un controller touch speciale
Punti di contatto Solo tocco singolo Singolo, due, gesto o Multi-Touch 
Sensibilità al tocco Basso Alto (regolabile)
Tocca Risoluzione Alta Relativamente basso
Tocca il materiale Qualsiasi tipo Dita. Può essere progettato per utilizzare altri materiali come guanti, stilo, matita, ecc.
Rifiuto del falso tocco Possono verificarsi tocchi falsi quando due dita toccano lo schermo contemporaneamente. Buona performance
Immunità a EMI Buone Necessità di un design speciale per EMI
Chiarezza dell'immagine Meno trasparente e dall'aspetto fumoso Altissima trasparenza soprattutto con incollaggio ottico e trattamento superficiale
Cursori o manopole rotanti Possibile, ma non facile da usare Molto Buone
Vetro di copertura Nessuna Flessibile con diverse forme, colori, fori ecc.
Copertura Può essere fatto Non
Superficie curva Difficile Disponibile
Taglia Da piccolo a medio Dimensioni da piccole a molto grandi
Immunità a oggetti/contaminanti sullo schermo Buone È necessario un design speciale per evitare falsi tocchi
Resistente ai detergenti chimici Non Buone
La durabilità Buone Ottimo
Test di caduta della palla da impatto Pellicola superficiale protetta Hai bisogno di un design speciale per lo Smash
Resistenza ai graffi Fino a 3H Fino a 9H
Protezione dalla degradazione UV Meno protezione Molto Buone

A cosa servono i touch screen resistivi?

Touch screen resistivi regnano ancora nelle applicazioni sensibili ai costi. Prevalgono anche nei terminali dei punti vendita, nelle applicazioni industriali, automobilistiche e mediche.

A cosa servono i touch screen capacitivi?

Il Projected Capacitive Touch Panel (PCAP) è stato effettivamente inventato 10 anni prima del primo touchscreen resistivo. Ma non era popolare fino a quando Apple non lo ha utilizzato per la prima volta in iPhone nel 2007. Successivamente, PCAP domina il mercato touch, come telefoni cellulari, IT, automobilistico, elettrodomestici, industriale, IoT, militare, aviazione, bancomat, chioschi, cellulare Android telefoni ecc.

In caso di domande sui pannelli tattili capacitivi Orient Display. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Emulazione di sistemi Linux embedded con QEMU

Emulazione di sistemi Linux embedded con QEMU

 

1. introduzione

Lo sviluppo di software integrato si basa su dispositivi hardware integrati, come schede di sviluppo, dispositivi di moduli esterni, ecc., ma se il lavoro di debug non ha nulla a che fare con le periferiche, solo il debug del kernel può essere simulato utilizzando QEMU senza acquistare hardware.

È disponibile per host Linux e Windows e target PowerPC, ARM, MIPS e SPARC emulati. QEMU adotta l'approccio di fornire un livello di traduzione minimo tra l'host e il processore di destinazione. Il processore host è quello che esegue l'emulatore e il processore di destinazione è ciò che viene emulato.

Quella che segue è un'introduzione dettagliata al processo di configurazione dell'ambiente di sviluppo QEMU.

 

2. Ambiente

2.1 Ambiente utilizzato

* Ubuntu-18.04.1

O:

* PC: Windows 10

* Macchina virtuale:VirtualBox-5.18

* Sistema operativo virtuale:Ubuntu-18.04.1

* Scheda di sviluppo simulata: vexpress

2.2 Strumenti utilizzati durante la configurazione dell'ambiente

*qemu-4.2.0

* linux-4.14.172 (kernel di Linux)

* U-Boot-2017.05

* Busybox-1.31.1

* ARM-LINUX-GNUEABI-GCC

Metti tutti i file correlati in /home/joe/qemu

3. Installa strumenti di compilazione incrociata

# sudo apt install gcc-arm-linux-gnueabi

 

Controlla se l'installazione è andata a buon fine

$ ARM-LINUX-GNUEABI-GCC -V

Utilizzo delle specifiche integrate.

COLLECT_GCC=arm-linux-gnueabi-gcc

COLLECT_LTO_WRAPPER=/usr/lib/gcc-cross/arm-linux-gnueabi/7/lto-wrapper

Obiettivo: arm-linux-gnueabi

Configurato con: ../src/configure -v –with-pkgversion='Ubuntu/Linaro 7.5.0-3ubuntu1~18.04′–with-bugurl=file:///usr

Modello filettatura: posix

gcc versione 7.5.0 (Ubuntu/Linaro 7.5.0-3ubuntu1~18.04)

 

4. Configura e compila il kernel Linux

4.1 Scarica il kernel Linux

Scarica la versione del kernel richiesta da www.kernel.org.

Qui scarico l'ultima versione del kernel supportata a lungo termine linux-4.4.157

wget https://cdn.kernel.org/pub/linux/kernel/v4.x/linux-4.4.157.tar.xz  nella directory /qemu

4.2 Decomprimere il kernel Linux

# tar xvJf linux-4.4.157.tar.xz

4.3 Compila il kernel Linux

// Inserisci la directory del file sorgente del kernel

# cd linux-4.4.157

make CROSS_COMPILE=arm-linux-gnueabi- ARCH=arm vexpress_defconfig

make CROSS_COMPILE=arm-linux-gnueabi-ARCH=arm menuconfig

Se l'esecuzione di menuconfig mostra che il pacchetto ncurses è mancante, esegui semplicemente il comando seguente per installarlo)

$ sudo apt-get install libncurses5-dev

Entra nella configurazione del menu ed effettua le seguenti impostazioni

Compila con cross toolchain

Dopo aver compilato con successo, Genera un file immagine del kernel nella directory

arch/arm/boot, zImage e dtb possono essere copiati in una cartella separata per un comodo utilizzo

 

5. Installa gli strumenti QEMU

5.1 Installa QEMU

* wget https://download.qemu.org/qemu-4.2.0.tar.xz

* tar xvJf qemu-4.2.0.tar.xz

* cdqemu-4.2.0

5.2 Installa i pacchetti dipendenti prima di configurare QEMU

# apt installa zlib1g-dev
# APT Installa libglib2.0-0 libglib2.0-dev
# APT Installa libsdl1.2-dev
# APT Installa libpixman-1-dev libfdt-dev

Per evitare che i file diventino disordinati dopo la compilazione, creare la directory del builder come percorso di destinazione intermedio per la compilazione.

Configura, compila e installa QEMU.

5.3 Configurare QEMU per supportare tutte le schede sotto l'architettura del braccio

# ../configure –target-list=arm-softmmu –audio-drv-list=

Se pixman non è presente quando viene visualizzato il seguente messaggio,

usa sudo apt-get install libpixman-1-dev per installarlo.

5.4 Visualizza la versione QEMU

5.5 Visualizza le schede di sviluppo supportate da QEMU

5.6 Esegui QEMU

# qemu-system-arm -M vexpress-a9 -m 512M -kernel ./zImage -dtb ./vexpress-v2p-ca9.dtb -nographic -append “console=ttyAMA0”

OR:

$ pwd

/casa/joe/qemu

# qemu-system-arm -M vexpress-a9 -m 512M -kernel linux-.4.157/arch/arm/boot/zImage -dtb linux-4.4.157/arch/arm/boot/dts/vexpress-v2p-ca9. dtb -nographic -append “console=ttyAMA0”

Per testare meglio e avviare qemu, puoi creare lo script di avvio start.sh e dare allo script il permesso di eseguire chmod +x start.sh

 

#! / Bin / bash

 

braccio-sistema-qemu \

-M Vexpress-a9 \

-m 512m \

-kernel /home/joe/jemu/linux-4.4.157/arch/arm/boot/zImage \

-dtb /home/joe/jemu/linux-4.4.157/arch/arm/boot/dts/vexpress-v2p-ca9.dtb \

-nografico \

-aggiungi “console=ttyAMA0”

 

6. Crea un file system root

Usa busybox per creare un semplice file system root.

6.1 Scarica lo strumento busybox

Scarica busybox da https://busybox.net/downloads/

# wget https://busybox.net/downloads/busybox-1.31.1.tar.bz2

# TAR XJVF Busybox-1.31.1.tar.bz2

# CD BusyBox-1.31.1

# fai defconfig

# make cross_compile = arm-linux-gnueabi-

# make Installa Cross_Compile = Arm-Linux-GnueAbi-

Vengono richieste le seguenti informazioni, che indicano che l'installazione è riuscita.

Al termine dell'installazione, il file di destinazione generato viene impostato per impostazione predefinita nella directory ./_install.

 

6.2 Generare il file system di root

6.2.1 compilazione e installazione di busybox

#mkdirrootfs

# sudo cp -r _install/* rootfs/

6.2.2 Aggiungere la libreria glibc, aggiungere il caricatore e la libreria dinamica nel file system di root

# sudo cp -r _install/* rootfs/

# sudo cp -p /usr/arm-linux-gnueabi/lib/* rootfs/lib/

6.2.3 Creare 4 dispositivi terminali tty (c sta per dispositivo a caratteri, 4 è il numero di dispositivo principale e 1~4 sono rispettivamente i numeri di dispositivo secondari)

 

6.3 Crea l'immagine del file system della scheda SD

6.3.1 Generare un'immagine della scheda SD vuota

# dd if=/dev/zero of=rootfs.ext3 bs=1M conteggio=32

6.3.2 Formatta la scheda SD come file system exts

# mkfs.ext3 rootfs.ext3

6.3.3 Masterizza rootfs su scheda SD

# sudo mount -t ext3 rootfs.ext3 /mnt -o loop

# sudo cp -rf rootfs/* /mnt/

# sudo smonta /mnt

 

7. Verifica

7.1 Avvia Qemù

Esegui il seguente comando per testare, controlla se il kernel compilato può essere eseguito correttamente

# sudo qemu-system-arm -M vexpress-a9 -m 512M -kernel ~/qemu/zImage –dtb ~/qemu/vexpress-v2p-ca9.dtb -nographic -append “console=ttyAMA0”

Oppure usando Script:

 

Nel test di cui sopra, il kernel segnalerà il panico, suggerendo che ci manca il file system di root.

Il problema di cui sopra è dovuto allo strumento busybox generato nell'ambiente x86.

Abbiamo usato make install durante l'installazione di busybox, quindi dovresti usare

make ARCH=arm CROSS_COMPILE=arm-linux-gnueabi-install

 

Lo strumento di compilazione genera lo strumento busybox utilizzato dalla piattaforma braccio

# file rootfs/bin/busybox

rootfs/bin/busybox: eseguibile ELF LSB a 32 bit, ARM, EABI5 versione 1 (SYSV), linkato dinamicamente, interprete /lib/ld-, per GNU/Linux 3.2.0, BuildID[sha1]=cbcd33b8d6c946cb19408a5e8e714de554c87f52, strippato

 

7.2 Verificare di nuovo

Ora, Qemu ha avviato il kernel Linux e montato correttamente il file system e può interagire con il sistema con semplici funzioni tramite il terminale seriale. Il problema di non essere in grado di eseguire /etc/init.d/rcS nel processo di stampa, devi solo aggiungere il file /etc/init.d/rcS. Il contenuto del file può essere un'istruzione prompt.

 

7.3 Esci da QEMU

Due modi per uscire da qemu

* In un altro ingresso terminale: kill all qemu-system-arm

* Nell'input Qemu: Ctrl+ A; X

QEMU: terminato

 

8. Avvia il kernel Linux tramite u-boot

I sistemi embedded di solito includono: u-boot, kernel, rootfs e appfs. La relazione posizionale di queste parti sulla scheda di sviluppo ARM mostrata nella figura seguente

 

Boot loader Parametri di avvio nocciolo rootfs App

 

I rootf possono essere eseguiti su scheda o PC

 

8.1 Preparare l'U-boot

8.1.1 Scarica u-boot

http://ftp.denx.de/pub/u-boot/, usiamo: u-boot-2021.01.tar.bz2

# tar -jxvf u-boot-2018.09.tar.bz2

8.1.2 Compila u-boot

#vim Makefile

CROSS_COMPILE = arm-linux-gnueabi-

# vimconfig.mk

ARCO = braccio

# make vexpress_ca9x4_defconfig, errore

Necessità: sudo apt install bison

sudo apt installa flex

quindi: # make -j4 errore

Necessità: esporta CROSS_COMPILE=arm-linux-gnueabi-

esporta ARCH=braccio

di nuovo: # make vexpress_ca9x4_defconfig

# make -j4

 

 8.1.3 Prova, avvia u-boot

$ sudo qemu-system-arm -M vexpress-a9 -m 512M -kernel u-boot-2021.01/u-boot –nografico

 

8.2 Compilazione della configurazione del kernel

Usa u-boot per avviare l'immagine del kernel:

Necessità di compilare il kernel in formato uImage,

È necessario specificare l'indirizzo di caricamento di uImage in memoria

Specificare durante la compilazione del kernel: make LOADADDR=? uImmagine -j4

 

# cd /home/joe/qemu/linux-4.4.157

# make loadaddr = 0x60003000 uimage -j4

 

Al termine della compilazione di u-boot, verrà generato un file mkimage nella cartella degli strumenti, copiare questo file nella cartella bin nella directory del compilatore incrociato.

$ CD QEMU/Linux-4.4.157

Errore:

$ sudo apt installa u-boots u-boot

Ottieni uImage

9. Impostazioni delle funzioni di rete QEMU

Quando la macchina virtuale Qemu si avvia su u-boot, uImage deve essere caricato nella memoria e uImage può essere scaricato all'indirizzo specificato nella memoria tramite il server TFTP.

9.1 Verificare se il kernel host supporta il modulo tun/tap

// Installa i due strumenti da cui dipende la rete in bridge

# sudo apt install UML-Utilities Bridge-Utils

Crea il file del dispositivo tun: /dev/net/tun (generalmente creato automaticamente)

Modificare /etc/network/interfaces (configurare la rete, riavviare per avere effetto)

# sudo vim/etc/rete/interfacce

auto loiface lo inet loopbackauto enp0s3 // nome della rete virtuale cardauto br0iface br0 inet dhcpbridge_ports enp0s3

 

Non riavviare MAI

# riavvio

Quindi controlla l'ambiente di rete di Qemu

La porta di rete virtuale br0 è la porta di rete per la comunicazione tra la macchina virtuale Qemu e l'host Linux.

 

10. Installa il server TFTP

Crea un server TFTP per scaricare uImage nella memoria all'avvio di uImage per la scheda di sviluppo della simulazione Qemu

 

10.1 Installa lo strumento tftp

 

$ apt-get install tftp-hpa tftpd-hpa xinetd

 

10.2 Modificare il file di configurazione e impostare la directory del server TFTP

# sudo vim /etc/default/tftpd-hpa

......

TFTP_DIRECTORY="/home/joe/tftpboot"

......

10.3 Creare una directory tftp sull'host Linux

# mkdir/home/joe/tftpboot

# chmod 777 /home/joe/tftpboot

 

10.4 Riavviare il servizio tftp

# sudo /etc/init.d/tftpd-hpa riavvio

 

10.5 Impostare i parametri di avvio del kernel in u-boot

copia uImage e cexpress-v2p-ca9.dtb su tftpboot

Avvia Qemu per verificare

 

$ sudo qemu-system-arm -M vexpress-a9 -m 512M -kernel u-boot-2021.01/u-boot –nographic -net nic,vlan=0 -net tap,vlan=0,ifname=tap0 -sd rootfs. ext3

 

Ora, la directory rootfs è un semplice file system root, che può essere trasformato in un file mirror e il file mirror può essere masterizzato sulla scheda di sviluppo, oppure il kernel Linux può essere avviato da u-boot in Qemu e montato sul file speculare. Può anche essere impostato per l'avvio tramite il file system di rete NFS.

 

11. Montare il file system NFS

11.1 Installare e configurare il servizio NFS

11.1.1 Installa

$ sudo apt installa nfs-kernel-server

 

11.1.2 Configurazione

$ sudo mkdir/home/joe/qemu/rootfs

$ sudo chown nessuno:nogroup /home/joe/qemu/rootfs

$ sudo chmod 777/home/joe/qemu/rootfs

$ sudo nano /etc /esportazioni

Aggiungi: /home/joe/qemu/rootfs *(rw,sync,no_root_squash)

 

Riavvia il server nfs:

$ sudo /etc/init.d/nfs-kernel-server restart

Oppure: $systemctl riavvia nfs-kernel-server

 

Controlla se la directory condivisa NFS è stata creata

$ sudo showmount – e

Quando si utilizza il file system di rete NFS, l'host Linux deve chiudere il firewall di sistema, altrimenti si verificheranno anomalie durante l'esecuzione del sistema.

 

Conclusione

Si spera che, con l'aiuto di questo blog, tu sappia di più su QEMU. Tutte le tecniche mostrate sopra sono state utilizzate in varie presentazioni al nostro programma. Non esiste un unico modo fisso per emulare con QEMU. Esplora diverse tecniche e scopri cosa funziona per te. Familiarizza con la conoscenza e rimarrai sorpreso di come può aiutarti in modi inaspettati.

Pro e contro dei touchscreen resistivi

A touch screen resistivo is costituito da un substrato di vetro come strato inferiore e un substrato di pellicola (normalmente, policarbonato trasparente o PET) come strato superiore, ciascuno rivestito con uno strato conduttivo trasparente (ITO: Indium Tin Oxide), separato da punti distanziatori per creare un piccolo traferro. I due strati di materiale conduttore (ITO) si fronteggiano. Quando un utente tocca la parte dello schermo con un dito o uno stilo, i sottili strati conduttivi ITO entrano in contatto. Cambia la resistenza. Il controller RTP rileva il cambiamento e calcola la posizione del tocco. Il punto di contatto viene rilevato da questa variazione di tensione.

Pro del touchscreen resistivo

Uno dei motivi principali il motivo per cui esistono ancora i touch panel resistivi è il suo semplice processo di produzione e il basso costo di produzione. Il MOQ (quantità minima dell'ordine) e l'NRE (spese non ricorrenti) sono bassi. La guida è semplice ea basso costo. Anche il consumo energetico è basso. Touch panel resistivo immune anche alle EMI. Sebbene non possa utilizzare la lente di copertura in superficie, la sovrapposizione può renderlo flessibile per i progetti.

I touchscreen resistivi offrono un livello di durata senza precedenti. Aziende manifatturiere, ristoranti e rivenditori spesso li preferiscono ad altri tipi di touchscreen proprio per questo motivo. Grazie alla loro struttura durevole, i touchscreen resistivi possono resistere all'umidità e allo stress senza subire danni.

Puoi controllare un touchscreen resistivo utilizzando uno stilo o indossando i guanti. La maggior parte dei touchscreen capacitivi registra solo i comandi eseguiti con un dito nudo (o uno speciale stilo capacitivo). Se usi uno stilo o un dito guantato per toccare l'interfaccia, il touchscreen capacitivo non risponderà al tuo comando. Tuttavia, i touchscreen resistivi registrano e rispondono a tutte le forme di input. Puoi controllarli con un dito nudo, un dito guantato, uno stilo o praticamente qualsiasi altro oggetto.

Contro del touchscreen resistivo

I maggiori vantaggi per il pannello tattile resistivo sono la sua esperienza tattile e chiarezza. Può essere utilizzato solo per singolo tocco, nessun gesto o multi-touch. Possono essere generati tocchi falsi se si utilizzano due o più dita per toccarlo.

La trasparenza del pannello touch resistivo è relativamente bassa. Al fine di prevenire anelli di Newton o impronte digitali, a volte è necessario utilizzare una pellicola AG (antiriflesso) per renderlo più fumoso. Il legame ottico non può essere utilizzato per RTP. La superficie del pannello a sfioramento resistivo è morbida e si graffia facilmente.

Ce ne sono ancora alcuni potenziali svantaggi associati ai touchscreen resistivi. Rispetto ai touchscreen capacitivi, i touchscreen resistivi non sono così sensibili. Sono ancora reattivi, ma dovrai toccare o premere l'interfaccia con maggiore forza affinché un touchscreen resistivo riconosca il tuo input.

I touchscreen resistivi di solito offrono risoluzioni di visualizzazione inferiori rispetto ai touchscreen capacitivi. Certo, non tutte le applicazioni richiedono un display ad alta risoluzione. Se un touchscreen viene utilizzato come sistema POS (point-of-sale) in un ambiente di vendita al dettaglio, ad esempio, la risoluzione non dovrebbe essere un problema.

In caso di domande sui pannelli tattili capacitivi Orient Display. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Pro e contro dei touchscreen capacitivi

Schermo tattile capacitivo (PCAP)

Il touchscreen capacitivo proiettato contiene elettrodi X e Y con uno strato isolante tra di loro. Gli elettrodi trasparenti sono normalmente realizzati a rombi con ITO e con ponte metallico.

Il corpo umano è conduttivo perché contiene acqua. La tecnologia capacitiva proiettata fa uso della conduttività del corpo umano. Quando un dito nudo tocca il sensore con il pattern degli elettrodi X e Y, si verifica un accoppiamento di capacità tra il dito umano e gli elettrodi che modifica la capacità elettrostatica tra gli elettrodi X e Y. Il controller touchscreen rileva la variazione del campo elettrostatico e la posizione.

Pro del touchscreen capacitivo (CTP)

  • Sembra più nitido e luminoso

    Touchscreen capacitivo utilizza un substrato di vetro che ha un'elevata trasparenza rispetto alla pellicola di plastica utilizzata dai pannelli tattili resistivi. Inoltre, il legame ottico e il trattamento della superficie del vetro che rendono CTP una buona qualità dell'immagine e contrasto.
  • Migliore esperienza uomo-macchina

    Poiché i touchscreen capacitivi registrano il tocco tramite la corrente elettrica del corpo umano, richiedono una pressione operativa inferiore rispetto al vetro del pannello a sfioramento resistivo. Supporta i gesti tattili e il multi-touch che rendono l'esperienza utente molto migliore del tocco.
  • Durata incredibile

    Poiché il vetro di copertura viene utilizzato nella parte anteriore che può avere una durezza estremamente elevata (> 9H), è estremamente resistente al tatto che può superare i 10 milioni di tocchi. Previene anche dai graffi e facile da pulire, il che rende prevalenti i pannelli touch resistivi.
  • Dimensioni e aspetto

    Il touchscreen capacitivo può essere realizzato per dimensioni molto grandi (100 pollici) e la lente di copertura può essere decorata con diversi colori, forme, fori per fornire agli utenti design flessibili.

Contro del touchscreen capacitivo (CTP)

  • Costo

    Il processo di produzione del touchscreen capacitivo è relativamente più costoso e il costo può essere elevato.
  • Immunità a oggetti/contaminanti sullo schermo

    Il touchscreen capacitivo ha bisogno di un design speciale e utilizza controller speciali per renderlo utilizzato in applicazioni speciali, come l'uso di guanti per toccare o con acqua, ambiente di acqua salata. Il costo può essere anche più alto.
  • i Danni

    La lente di copertura può rompersi. Per evitare che i detriti di vetro volino, è necessaria una pellicola o un incollaggio ottico nel processo di produzione per aumentare ulteriormente il prezzo.
  • interferisce

    Il touchscreen capacitivo può essere facilmente influenzato da ESD o EMI, nel design devono essere considerati progetti speciali che possono far aumentare il prezzo. La calibrazione speciale deve essere eseguita con l'aiuto del produttore del controller.
  • Accendi e sveglia

    La potenza utilizzata nel touchscreen capacitivo può essere superiore al pannello a sfioramento resistivo. A volte, è necessario progettare un pulsante di scelta rapida per attivare la funzione touch.

In caso di domande sui pannelli tattili capacitivi Orient Display. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Come risolvere i problemi del display LCD?

 

Problema di visualizzazione dello schermo LCD perché si verifica?

Display a cristalli liquidi (LCD) sono la tecnologia di visualizzazione più utilizzata. Le loro applicazioni coprono TV, telefoni cellulari, elettrodomestici, automotive, smart home, contatori industriali, elettronica di consumo, POS, marina, aerospaziale, militare ecc. Il problema di visualizzazione dello schermo LCD può verificarsi per diversi motivi.

  • Effetto delle condizioni ambientali sul gruppo LCD. Le condizioni ambientali includono sia gli effetti della temperatura e dell'umidità, sia il carico ciclico.
  • Effetti delle condizioni di manipolazione sul display LCD. La manipolazione può includere flessione, urti ripetuti e condizioni di carico di caduta.
  • Effetto del processo di fabbricazione. Con lo sviluppo di LCD da oltre 40 anni e le moderne attrezzature di produzione, questo tipo di difetti si ripresentano.

I guasti comuni riscontrati negli LCD sono una diminuzione del contrasto dello schermo, pixel non funzionanti o l'intero display e vetri rotti. Diversi tipi di problemi con il display LCD devono avere diversi tipi di metodi di correzione o rendere la decisione non utile da riparare.

Problema con il display LCD: come risolverlo?

  • Vetro rottoSe accidentalmente fai cadere l'LCD e lo trovi rotto in superficie, ma il display funziona ancora. Potresti semplicemente rompere il pannello a sfioramento; puoi trovare una casa di riparazione o trovare un video di youtube per sostituire il pannello a sfioramento. Se trovi che il display non viene visualizzato, in particolare trovi il fluido che fuoriesce. Devi rispondere a tutti i moduli di visualizzazione.
  • Display LCD scuroLo schermo LCD non può emettere luce da solo. Utilizza la retroilluminazione. Normalmente, la retroilluminazione non è completamente attiva, è possibile aumentare la retroilluminazione a LED per rendere più luminoso un display LCD fioco. Ma se tu Il display LCD è stato utilizzato per molto tempo, è possibile che la retroilluminazione a LED debba essere a fine vita (luminosità non sufficiente) se si attiva la luminosità della retroilluminazione al 100%. In tal caso, per riparare lo schermo LCD, devi trovare un modo per cambiare la retroilluminazione. Per alcuni display, è un lavoro facile, ma può essere difficile per altri display a seconda del processo di produzione.
  • Fissaggio dell'immagine (Ghosting)A volte, troverai ancora l'immagine precedente che appare sullo sfondo anche se passi a un'altra immagine. Si chiama anche bruciare. Questo tipo di guasto non ha bisogno di essere riparato da professionisti. Puoi semplicemente spegnere il display durante la notte, questo tipo di problema scomparirà. Si prega di ricordare che la visualizzazione di un'immagine statica per lungo tempo dovrebbe essere evitata.
    Display inclusa retroilluminazione completamente spenta

    Problema di visualizzazione dello schermo LCD: i casi più comuni

    Con il moderno processo di produzione e design, questo tipo di guasto si verifica raramente. Normalmente, è causato da nessun potere. Si prega di controllare se la batteria è scarica o se l'adattatore (alimentatore) è guasto o anche controllare se si è collegato saldamente o con l'alimentazione sbagliata. Al 99% il display sarà di nuovo acceso.

  • L'LCD ha uno schermo bianco: se un LCD ha uno schermo bianco, significa che la retroilluminazione è buona. Basta controllare le sorgenti di ingresso del segnale quali sono le cause principali. Può anche essere causato dal display completamente danneggiato da ESD o calore eccessivo, shock che provocano la rottura del controller LCD o l'errore di connessione che deve essere riparato da professionisti.
  • Immagini sfocatePoiché le immagini LCD sono costituite da pixel RGB, lo schermo non dovrebbe essere sfocatura come i vecchi display CRT. Se vedi immagini sfocate, potrebbero essere causate da due motivi. 1) Il display LCD ha un certo tempo di risposta, se stai giocando o guardi film d'azione veloci, alcuni vecchi display LCD possono presentare ritardi nell'immagine. 2) La superficie del display LCD è costituita da uno strato di film plastico con durezza massima di 3H. Se si pulisce spesso la superficie o si utilizza il detersivo o il solvente sbagliato che causano danni alla superficie. Per riparare i danni sullo schermo LED è necessario cambiarlo con dei professionisti.

In caso di domande sui display Orienta Display e sui pannelli a sfioramento. Non esitate a contattare: Richieste di vendita, Servizio clienti or Supporto Tecnico.

Controlla anche: LCD bistabile

Introduzione di Lichee Pi

Introduzione di Lichee Pi

Il LicheePi è un delicato computer a scheda singola, in esecuzione sulla piattaforma Allwinner V3S a basso costo che è diventata popolare negli ultimi anni. Può essere utilizzato per i principianti per imparare Linux o per lo sviluppo del prodotto. offre una vasta gamma di periferiche (LCD, ETH, UART, SPI, I2C, PWM, SDIO...) e prestazioni potenti.

 

       

        Lichee Zero Lichee Nano

 

 

 

       

                                 Lichee Pi Zero Lichee Pi Nano 

 

 

Caratteristiche

LIchee Pi Zero

Lichee Pi Nano

SoC Allwinner V3S Vincitore F1C100S
CPU ARM Cortex-A7 ARM9
Freq. 1.2GHz 408MHz
RAM 64MB DDR2 32MB DDR2
Archiviazione SPI Flash/Micro SD SPI Flash/Micro SD

Dsiplay

 

* FPC LCD RGB 40P universale:

* Risoluzioni supportate: 272×480, 480×800,1024×600

* Chip RTP integrato, supporta un touch screen

* FPC LCD RGB 40P universale:

* Risoluzioni supportate: 272×480, 480×800,1024×600

* Chip RTP integrato, supporta un touch screen

Interfaccia

 

* Sdio x2
* SPI X1
* I2c x2
*UARTx3
* 100 M Ether x1 (include EPHY)
* USB OTG x1
* MIPI CSIx1
*PWMx2
* Lradc x1
* Altoparlantex2 + Mic x1
* Sdio x1
* SPI X2
* Twix x3
*UARTx3
* USB OTG x1
* Uscita TV* PWM x2
* Lradc x1
* Altoparlantex2 + Mic x1

Informazioni elettriche

 

Micro USB 5V, pin 2.54 mm 3.3V~5V alimentazione; Alimentatore con foro per timbro da 1.27 mm.

1GHz Linux IDLE eseguito 90~100mA; CPU-burn corsa ~180mA

Temperatura di stoccaggio -40 ~ 125

Temperatura di esercizio -20~70

Micro USB 5V, pin 2.54 mm 3.3V~5V alimentazione; Alimentatore con foro per timbro da 1.27 mm.

408MHz Linux IDLE eseguito 90~54mA; con corrente di funzionamento dello schermo ~250mA

Temperatura di stoccaggio -40 ~ 125

Temperatura di esercizio -20~70

 

La temperatura durante l'esecuzione dello stress test di Linux è solo leggermente superiore alla temperatura corporea.

 

Lichee Pi supporta molti OS come: Linux, RT-Tread, Xboot o nessun sistema operativo.

Come la maggior parte degli MCU, il Lichee Pi può connettersi a diverse interfacce a bassa velocità, come GPIO, UART, PWM, ADC, I2C, SPI e altro. Inoltre, può eseguire altre periferiche ad alta velocità come RGB LCD, EPHY, MIPI CSI, OTG USB e altro. Il Lichee Pi ha un codec integrato che consente il collegamento diretto a una cuffia o un microfono.

 

Connettore display:

L'LCD universale 40P è dotato di retroilluminazione a led e linee a quattro fili, tocco di resistenza elettrica, che è molto adatto per la visualizzazione e l'interazione. A13 supporta anche la funzione di tocco della resistenza a quattro fili, può eseguire il rilevamento del tocco a due punti.

 

Questa interfaccia è compatibile con l'interfaccia di VISUALIZZAZIONE ORIENT quando creo i miei prodotti.

 

RGB a VGA:

 

RGB a HDMI:

 

RGB a GPIO:

 

RGB a DVP CSI:

 

Link Lichee Pi:

http://dl.sipeed.com/
Wiki: maixpy.sipeed.com
Blog:blog.sispeed.com
Gruppo Telegram: https://t.me/sipeed